LUTHOR, di Brian Azzarello e Lee Bermejo ( Recensione )

Batman Crime Solver

LO PUOI LEGGERE SU:Luthor  (volume, Planeta/RW-Lion ); Luthor Joker – Ediz. Assoluta ( volume, RW-Lion)

SINOSSI:  Lex Luthor è un uomo che ha tutto, ma ambisce sempre a qualcosa di più, e soprattutto non sopporta l’idea che ci possa essere qualcuno al di sopra di lui e degli altissimi grattacieli che ha fatto costruire a Metropolis. Sapendo di non essere in grado di battere un alieno dai poteri di un dio come Superman, la sua unica arma è quella di screditarlo agli occhi dell’opinione pubblica, e sfrutterà ogni mezzo necessario per riuscirci…!

PRO:  Una disamina lucida e tagliente sulla figura di Lex Luthor e ciò che lo spinge ad essere l’arcinemesi dell’Azzurrone, supportata dalle meravigliose tavole di Lee Bermejo, realistiche e di grande impatto.

CONTRO:  Alcuni monologhi interiori di Lex risultano un po’ ridondanti e non sempre scorrono perfettamente. Il personaggio di

View original post 441 altre parole

Annunci

AMAZING SPIDER-MAN n.17 – Il finale di Spider-Geddon ! ( recensione )

La saga Spider-Geddon giunge al suo apice, con lo scontro finale tra gli Spider-Men di tutti gli universi e gli Eredi ! Chi riuscirà ad avere la meglio ???

Dopo il grande successo di Ragnoverso e del lungometraggio animato Spider-Man: Un nuovo universo, tornano a riunirsi tutte le versioni alternative possibili e immaginabili del nostro amato Arrampicamuri di quartiere, per un nuovo scontro senza esclusione di colpi contro i famelici vampiri psichici noti come gli Eredi !

Se volete sapere se questa saga ha mantenuto le aspettative e il confronto col predecessore, non vi resta che leggere la mia recensione su MangaForever, che trovate al link qui sotto:

https://www.mangaforever.net/597623/amazing-spider-man-17-si-conclude-spider-geddon-recensione

Alla prossima avventura, Spider-Men !!! 😉

SPIDER-MAN: FAR FROM HOME ( recensione )

Secondo capitolo della saga cinematografica di Spidey targata Marvel Studios, Spider-Man: Far From Home porta sulle spalle il pesante fardello di essere uscito subito dopo il kolossal Avengers: Endgame, che ha portato a compimento dieci anni di trame e sottotrame di un vero e proprio universo cinematografico condiviso, come siamo abituati a leggere nei fumetti.

Il regista Jon Watts continua a raccontare le gesta di un giovanissimo Arrampicamuri, così come lo era ai suoi esordi fumettistici, mantenendo la stessa ironia e leggerezza del precedente capitolo, senza per questo tralasciare doverosi rimandi ai tragici eventi di Endgame, che hanno portato alla morte di Tony Stark.

Il Vendicatore corazzato era diventato infatti il mentore di Peter Parker e un punto di riferimento, quasi paterno, oltre ad avergli fornito il costume e l’attrezzatura necessaria per essere un supereroe. Adesso che non c’è più, il ragazzo si trova spaesato e ancora più schiacciato dal senso di responsabilità dovuto all’eredità che Stark gli ha lasciato. E’ ancora molto giovane e vorrebbe vivere come un normale ragazzo della sua età, pensando solo alle ragazze e ai problemi scolastici di tutti i giorni, senza sentire il peso del mondo sulle spalle…

Una gita in Europa con la scuola ( anche nella nostra Venezia ! ) sarà l’occasione per lui di cambiare un po’ aria e  tentare di conquistare l’amata MJ, ma anche per comprendere meglio il suo ruolo di eroe, visto che i guai non mancheranno di seguirlo e dovrà presto confrontarsi con Nick Fury e l’enigmatico Mysterio. Come sanno bene i fan del Ragnetto, Quentin Beck alias Mysterio è il re delle illusioni e Watts riesce bene a ricreare il suo tipico gioco di specchi e inganni, che caratterizzerà l’intera pellicola, e in qualche modo riguarderà anche una delle famigerate scene dopo i titoli di coda.

Dopo l’Avvoltoio di Micheal Keaton, i Marvel Studios decidono di puntare su un altro attore di primo piano come Jake Gyllenhaal per il villain di questo film, collegandolo perfettamente alle trame dell’MCU. Non era certamente facile gestire un personaggio così particolare ed estroso ( anche nel look ) come Beck, ma una trama convincente e un’interpretazione azzeccata come quella di Gyllenhaal hanno reso piena giustizia alla sua controparte cartacea.

Anche Tom Holland continua a risultare credibile e convincente nei panni del timido e imbranato Peter Parker, pieno di insicurezze e fragilità, ma anche caparbio e determinato quando arriva il momento di fare l’eroe. Perfetto come spalla anche il simpatico Jacob Batalon/Ned, mentre si fatica ancora a digerire la Mary Jane di Zendaya, che col suo viso perennemente imbronciato e il suo atteggiamento “dark” si discosta troppo dall’allegra e frizzante rossa dei fumetti.

In conclusione, Spider-Man: Far From Home si dimostra un degno secondo capitolo per il nostro Tessiragnatele di quartiere, divertente e spassoso al punto giusto, con buoni effetti speciali e interpretazioni convincenti. Un ottimo “traghetto” tra Endgame e la futura Fase 4 dell’universo cinematografico Marvel.

 

Voto: 7 ½

JOKER: L’UOMO CHE RIDE, di Ed Brubaker e Doug Mahnke ( Recensione )

Batman Crime Solver

LO PUOI LEGGERE SU: Joker: L’uomo che ride ( volume, Lion )

AUTORI: Ed Brubaker, Doug Mahnke

Joker_L'uomo che rideSINOSSI:  Un nuovo maniaco omicida sta imperversando tra le lugubri strade di Gotham City. Ha il gusto della teatralità, somiglia ad un clown e annuncia le sue malefatte con dirette televisive. Lo hanno soprannominato il Joker, ed è solo il primo di tanti ed eccentrici folli che presto infetteranno la città come un virus, dopo l’arrivo di Batman !

PRO:  Una storia dal ritmo serrato, che ci catapulta senza troppi fronzoli nel primo faccia a faccia tra Batman e il Pagliaccio del crimine.

CONTRO:  Lo scrittore si focalizza quasi esclusivamente sull’azione e poco sulla psicologia dei personaggi, senza instaurare quella tensione emotiva che caratterizza tutte le migliori storie con protagonisti Batman e la sua nemesi.

GIUDIZIO COMPLESSIVO:  

Gli scontri tra Batman e il Joker sono sempre…

View original post 241 altre parole

BATMAN: TERRA UNO vol. 1, di Geoff Johns e Gary Frank ( Recensione )

Batman Crime Solver

LO PUOI LEGGERE SU: Batman: Terra Uno vol.1 ( volume, Lion )

AUTORI: Geoff Johns, Gary Frank

batman_earth_oneSINOSSI:  Figlio del candidato sindaco di Gotham City Thomas Wayne, il giovane rampollo Bruce assiste inerme alla brutale uccisione dei suoi genitori in un vicolo. Convinto che si tratti di un complotto ordito dal rivale alle elezioni Oswald Cobblepot, una volta cresciuto Bruce decide di farsi giustizia e indagare sulla morte dei suoi, mascherato da Uomo Pipistrello. Armato solo di tanta determinazione e dalla sete di vendetta, il giovane vigilante di Gotham City dovrà fare i conti con il crimine e la corruzione che da sempre ammorbano la città.

PRO:  Un diverso punto di vista, più moderno e intrigante, sulle origini e i primi passi come giustiziere mascherato di un mito come Batman.

CONTRO:  Johns non si sofferma troppo sul percorso formativo che ha trasformato…

View original post 454 altre parole

NAPOLI COMICON 2019

In attesa della prossima Lucca Comics, concludo per adesso il mio tour nelle principali fiere del fumetto italiane con il Napoli Comicon, che è sicuramente l’evento più importante del sud Italia dedicato a fumetti, cinema, videogames e giochi da tavolo.

Ubicato nella Mostra d’oltremare, proprio accanto allo stadio San Paolo, e circondato da un ridente praticello con tanto di lago e paperelle, il Comicon di Napoli offre tutto ciò che un appassionato possa desiderare: vasti padiglioni dedicati ai principali editori e alle etichette più indipendenti, conferenze, ma anche tanti stand con fumetti rari e d’occasione, nonché gadget e poster di ogni tipo.

20190425_100018

20190426_155541

20190426_170709

Non mancano inoltre gli autori, sempre gentili e disponibili con i fan, per autografare volumi, realizzare sketch e farsi foto.

20190425_123020

Giovanni Timpano

20190427_180949

Juan Josè Ryp

Più piccole rispetto a Lucca le aree dedicate al gioco, sia videoludico che da tavolo, e quella nipponica, molto caratteristica con la riproduzione di un antico tempio e il ciliegio, ma obiettivamente poco sviluppata. Molto suggestivo invece il cinema-teatro dove si trovava l’auditorium, sempre all’interno della fiera. Qui si poteva assistere a conferenze e proiezioni in esclusiva di film e anime, in ben due sale.

20190426_121422

20190426_120905

A corredare il tutto non potevano mancare ovviamente i cosplayers, che approfittavano degli ampi spazi e del caldo sole partenopeo per girare attorno alla fiera e farsi fotografare.

20190427_150521

20190427_144235

Il Napoli Comicon si può considerare dunque un punto di riferimento per tutti gli appassionati di fumetti ( e non solo ), soprattutto nel sud Italia, dove non esisteva ancora una valida alternativa a Lucca. Anche il Comicon è molto grande e partecipato, ma nel complesso meno dispersivo e più vivibile rispetto alla famosa kermesse toscana. Per cui, se abitate nella parte bassa dello stivale e non volete fare troppi chilometri, questa è la fiera che fa per voi ! 😉

Alla prossima edizione !!!

ROMICS 2019

Visto che quest’anno ho deciso di girare quasi tutte le principali fiere del fumetto italiane, non potevo esimermi dal fare un salto anche a ROMICS, la fiera per eccellenza della Capitale.

Erano tanti anni che non ci andavo e devo ammettere che non avevo un ricordo bellissimo di questo evento, soprattutto se messo a confronto con Lucca Comics, diventata ormai un punto di riferimento per tutti gli appassionati di fumetti, e nel mio caso anche molto più vicina ( io sono di Firenze ).

In realtà però ho dovuto constatare che durante questi anni anche il Romics è cresciuto molto. Non solo in termini di spazio ( cinque padiglioni del Polo Fiere di Roma, di cui almeno quattro stracolmi di stand ! ), ma anche a livello di espositori, mostre e contenuti.

20190406_14230820190406_142318

Erano presenti infatti quasi tutti i principali editori di fumetti, come Panini, RW-Lion e Saldapress, che aveva come ospite d’onore il mitico Ryan Ottley, disegnatore di Invincible e The Amazing Spider-Man, premiato quest’anno con il Romics d’Oro.

Ma erano molti anche gli stand dove si potevano trovare fumetti sia nuovi che usati o da collezione, anche a prezzi scontati, così come gadget, giocattoli e statue a tema. Tanti cosplayer animavano e coloravano la fiera, soprattutto fuori dai padiglioni, con costumi che spaziavano dagli anime ai film ai videogiochi, senza dimenticare ovviamente i fumetti !

20190406_142126

Oltre al concerto dell’immancabile Cristina d’Avena, c’erano anche ospiti illustri del mondo del cinema come Willem Dafoe, visto recentemente in Aquaman, ma anche come Green Goblin nello Spider-Man di Sam Raimi. Anche lui premiato con il Romics d’Oro. Restando in ambito cinematografico, si poteva ammirare un’interessante mostra dedicata ai concept visivi di film come Blade Runner 2049, Guardiani della Galassia 2 e Matrix, ma anche stand allestiti appositamente come scenografie di film, con figuranti in costume, dedicati a Star Wars, Star Trek, Ghostbusters e tanti altri…

20190406_16135420190406_161825

Quest’anno tra l’altro si festeggiano gli 80 anni di Batman, per cui non poteva mancare una mostra a tema, con statue a grandezza naturale, tavole originali e una retrospettiva sulla storia del personaggio, con la riproduzione di cover e tavole storiche.

20190406_145048

20190406_145730

20190406_15000220190406_160339

20190406_160815

20190406_161004

Insomma, ce n’era davvero per tutti i gusti e la carne al fuoco era tanta, ma soprattutto sono rimasto colpito dalla vivacità di questa fiera, che è cresciuta molto e sicuramente può dare ancora tanto.

Una piacevole esperienza, dunque, che ho potuto condividere anche con Stefano Avvisati di Batman Crime Solver, il sito dedicato a Batman col quale ho il piacere di collaborare, e che di certo non poteva mancare in un’occasione così importante !

Alla prossima edizione ! 🙂