GIOVANI TITANI/CAPPUCCIO ROSSO n.28: Robin War entra nel vivo ! ( recensione )

Siamo alle battute finali di Robin War e tutti i Pettirossi dovranno unire le forze per fermare l’attacco dei Gufi e i loro Artigli !!!

Nel frattempo, i Titani di Red Robin s’imbatteranno nel terribile Mr. Pyg, mentre Cappuccio Rosso, Arsenal e la Figlia del Joker sono intrappolati nei bassifondi più remoti di Gotham City ! Deathstroke, infine, dovrà liberare Amanda Waller dalle grinfie di Snakebite per ottenere informazioni sulla scomparsa di sua figlia !!!

Giovani Titani/Cappuccio Rosso è un perfetto esempio di “antologico-minestrone”, che presenta ben quattro serie al suo interno, tutte molto adrenaliniche e movimentate ! Ad eccezione di Deathstroke, i protagonisti delle singole testate sono ( o sono stati ) delle spalle del Cavaliere Oscuro…!

Se volete saperne di più, potete leggere la mia recensione su MangaForever, che trovate al link qui sotto:

GIOVANI TITANI/CAPPUCCIO ROSSO n.28: Robin War entra nel vivo ! [Recensione]

 

Alla prossima, Giovani Pettirossi !!! 😉

Annunci

SUICIDE SQUAD, il film sulla squadra di supercriminali Dc ! (recensione)

TITOLO: Suicide Squad

REGIA: David Ayer

INTERPRETI PRINCIPALI: Will Smith, Jared Leto, Margot Robbie, Joel Kinnaman, Viola Davis, Jai Courtney, Jay Hernandez, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Ike Barinholtz, Scott Eastwood e Cara Delevingne

ANNO: 2016

 

SINOSSI:  La subdola e manipolatrice agente governativa Amanda Waller riesce a formare una squadra speciale composta da supercriminali rinchiusi in regime di massima sicurezza. Questo improbabile e variopinto team dovrà eseguire missioni scomode e molto rischiose, con la promessa di uno sconto di pena e la minaccia di essere uccisi con una carica esplosiva nel caso disobbediscano agli ordini.

Come prima missione, Deadshot, Harley Quinn, Killer Croc, El Diablo, Capitan Boomerang, Slipknot e Katana, guidati dal colonnello Rick Flag e i suoi uomini, dovranno fermare l’Incantatrice e suo fratello: due creature mistiche estremamente potenti e pericolose, in grado di trasformare chiunque tocchino in mostruosi schiavi.

PRO:  

Ritmo forsennato e tanta azione, con siparietti divertenti.

L’universo Dc visto da una prospettiva diversa, ovvero quella dei “cattivi” e non degli eroi.

Finalmente su pellicola la folle relazione amorosa tra Joker ( un Jared Leto gigioneggiante ) e l’affascinante psicologa Harleen Quinzel, poi diventata Harley Quinn ( una splendida e frizzante Margot Robbie ), con vari riferimenti e strizzatine d’occhio ai fumetti.

CONTRO:  

Una trama molto esile, a volte confusionaria ( anche nel montaggio ), che punta in maniera fin troppo insistita sulla battuta e la risata facile, senza mai essere incisiva a sufficienza.

Degli avversari poco azzeccati e poco convincenti, in quanto forze ancestrali e demoniache non combaciano molto bene con la maggior parte dei membri della Suicide Squad. Non a caso, anche i combattimenti sono scontati e ripetitivi, senza particolare inventiva.

Il Joker di Leto è interessante per molti aspetti, ma troppo tamarro e sbruffone. Non è più un clown folle, ma un bulletto di strada tatuato, con tanto di anelli e catenoni d’oro in stile gangsta-rapper.

GIUDIZIO COMPLESSIVO: 

David Ayer è sicuramente un regista talentuoso, che ha un buon senso del ritmo e una narrazione molto dinamica e diretta, ma Suicide Squad pecca purtroppo di grosse carenze a livello di scrittura, sia per quanto riguarda la trama che per il modo in cui vengono trattati e (non) approfonditi i (tanti) personaggi. Il taglio più leggero ed ironico rispetto a Batman v Superman è evidente, ma in questo caso le battute sono talmente insistite da risultare alla fine forzate e un po’ stucchevoli, quasi a voler ammiccare a tutti i costi al grande pubblico, scimmiottando i film Marvel.

Peccato, perché le premesse erano buone e gli attori coinvolti convincenti, sia come interpretazioni che come resa sul grande schermo, anche a livello puramente estetico, grazie all’ottimo lavoro di truccatori e costumisti.

Con una sceneggiatura più solida e degli avversari all’altezza, che non sembrassero usciti fuori da Ghostbusters o da un film sci-fi di serie B, Suicide Squad sarebbe potuto essere la vera rivelazione di quest’anno: un cinecomic particolare, diverso da tutti gli altri visti finora. Quello di Ayer invece è un film mediocre e raffazzonato, che regala poche emozioni, se si esclude le belle curve della Robbie e qualche “comparsata speciale”. Un po’ poco, considerando che non si tratta di una nuova serie CW tipo Legends of Tomorrow, ma di una pellicola che dovrebbe contribuire ad accrescere e rinvigorire il tanto discusso universo cinematografico Dc, già falcidiato da aspre critiche e fantomatiche ipotesi di “complotto” ai suoi danni… Si poteva fare decisamente di più. E meglio.

Nonostante questo, il film al botteghino sta ottenendo buoni risultati, a dimostrazione che lo stile caciarone e la battutina facile alla fine vincono sempre, aldilà che si tratti di Marvel o Dc. Speriamo comunque che quest’ultima mantenga una sua identità e non diventi una fotocopia della concorrenza, viste le già evidenti similitudini tra Justice League e Avengers

 

VOTO: 5

 

p.s. Al sottoscritto Batman v Superman è piaciuto molto ( e ho visto solo la versione cinematografica ), per cui non si dica che sono di parte o un “complottista”…!!! ;-p

 

SUICIDE SQUAD / HARLEY QUINN n.1 ( recensione )

Azione pura e ironia sono gli elementi principali di questo nuovo antologico Lion dedicato alla folle assistente del Joker e alla squadra di cui fa parte, la Suicide Squad, che adesso avrà una nuova formazione, ancora più imprevedibile !!!

In appendice invece viene presentata una nuova bat-testata molto particolare, dal titolo Arkham Manor, incentrata sul nuovo volto del manicomio più famoso dei comics, dopo gli sconvolgimenti di Batman Eternal ( ancora inediti in Italia ) ! Una serie di omicidi misteriosi costringerà Batman ad indagare dall’interno per trovare il responsabile…!

Per saperne di più su questa nuova proposta Lion e sulla sua validità, non dovete far altro che cliccare sul link qui sotto e leggere la mia recensione su MangaForever:

Suicide Squad / Harley Quinn n.1

 

Alla prossima, “pasticcini” !!! 😉

ASPETTANDO IL NUOVO ANNO…!

Un altro anno si sta per concludere e l’efficientissimo staff di WordPress mi ha già inviato il consueto resoconto finale sull’attività del mio blog nel 2013 !

E’ inutile nascondersi dietro a un dito: i blog ormai sono sempre più obsoleti, nel senso che sono completamente surclassati dai social network come Facebook o Twitter, decisamente più immediati e alla portata di tutti. Anche i blogger, del resto, ho notato che sono sempre meno predisposti a interagire tra di loro, visto che il blog ormai viene utilizzato quasi unicamente come strumento per proporre idee e pensieri che vadano oltre il mordi e fuggi dei social network….

Ma del resto, Facebook, Twitter o Google + sono diventati anche il mezzo principale ( non a pagamento ) per attirare sul proprio blog qualche visitatore in più ! Condividere i propri articoli su queste piattaforme infatti ti consente effettivamente di guadagnare qualche lettore, ma perlopiù occasionali. L’utente medio dei social network è abituato a recepire e condividere centinaia d’informazioni ogni giorno, ma questa mole di materiale è dispersiva e difficilmente porta il lettore a seguire costantemente o affezionarsi a un determinato sito o blog, specie se non è particolarmente conosciuto o “mainstream”.

Tutto questo per dire che effettivamente soffro un po’ l’invasione dei social network, più che altro perché è andata a discapito dei blog, a cui continuo ad essere affezionato. Mi piace infatti l’idea di poter gestire uno spazio tutto mio, che vada oltre a un semplice profilo su Facebook e simili, ma mi rendo conto che i tempi sono cambiati e la massa ormai è orientata verso altri lidi…. Credo quindi che sia giusto adattarsi e cercare di sfruttare ciò che di buono questi nuovi mezzi di comunicazione hanno da offrire, a cominciare da una più facile interazione tra gli utenti e un potenziale pubblico decisamente più vasto !

Prima di salutarvi con questo ultimo post del 2013 voglio però mostrarvi quali sono stati gli articoli più letti del mio blog quest’anno:

Esattamente come lo scorso anno, il post dedicato a Lucca Comics è stato quello più visitato, com’era facile immaginarsi, visto che la kermesse toscana attira ogni anno sempre più visitatori ! Al secondo e terzo posto invece troviamo la coppia più folle e amata dai lettori di comics, ovvero Joker e Harley Quinn ! Tra l’altro MAD LOVE era già nella Top 5 anche nel 2012….!!!

Alla quarta posizione c’è la recensione della miniserie dedicata all’ipotetica morte di Devil, realizzata da alcuni autori che hanno fatto la storia del personaggio. E’ giusto però sottolineare che si tratta di una delle poche recensioni che quest’anno ho pubblicato direttamente qui sul blog e non su MangaForever, così come quella del primo film di THOR, al quinto posto, la quale ha beneficiato anche del fatto che ha partecipato a un concorso indetto dalla pagina Facebook ufficiale del film ! 🙂

Bene, direi che è proprio tutto per quest’anno, per cui vi auguro un felicissimo 2014 e speriamo che sia un anno ancora più produttivo per me e per tutti gli stoici che come me continuano ad aggiornare un blog ! Pace e prosperità a tutti !!!  😉

1 ANNO SU WORDPRESS ! :-)

E dunque ci siamo ! Il 2012 adesso è definitivamente passato e ci apprestiamo ad affrontare un nuovo anno, ancora tutto da scoprire ! Ma come vi avevo detto nel precedente post, l’inizio del nuovo anno corrisponde anche all’inizio della mia avventura su WordPress e alla nascita dello SPIDER-Ci’s WORLD 2.0 !!! 🙂

Dopo l’abbandono forzato di Splinder, infatti, decisi che era l’ora di cambiare aria e di ripartire con qualcosa di totalmente nuovo, per cui esportai ciò che potevo del vecchio blog su Iobloggo ( lo trovate ancora nel Blogroll sulla destra ) e poi decisi di affidarmi ad una piattaforma più professionale e strutturata come WordPress. A distanza di un anno posso dire di essermi trovato bene qui: è vero che i template sono piuttosto “rigidi” e poco modificabili, ma per il resto WordPress si è dimostrato uno strumento funzionale e affidabile, che ha soddisfatto a pieno le mie esigenze.

Ciò che mancava totalmente su Splinder erano le statistiche, elemento secondo me fondamentale per avere una migliore concezione di chi visita il tuo blog e perché… Qui su WordPress invece ci sono analisi piuttosto dettagliate sui numeri che fa il blog e sul suo andamento, riepilogate addirittura in una specie di “riassuntone” finale che viene inviato a fine anno a ciascun blogger ! Non voglio stare qui a riproporvelo tutto, ma mi limiterò a segnalarvi almeno i cinque articoli più letti del mio blog in questo 2012:

Com’era facile immaginare, il gradino più alto del podio lo conquista il post dedicato all’ultima edizione di LUCCA COMICS, quest’anno particolarmente partecipata e piena di appassionati e cosplayer che hanno ricercato nei giorni successivi alla fiera le loro foto su internet ! Al secondo posto invece troviamo la recensione di un volume dedicato a due autentiche icone del mondo dei comics, che ha quindi attirato inevitabilmente molti visitatori. Si tratta tra l’altro della prima recensione integrale che ho pubblicato su questo blog ! 🙂  Il terzo e quarto posto sono appannaggio dell’Uomo Pipistrello, anche se è giusto notare che MAD LOVE è una storia incentrata soprattutto su Harley Quinn, la bella e spumeggiante aiutante del Joker che ha stregato gli appassionati del Pipistrello sin dalla sua prima apparizione in Batman: The Animated Series ! Compare solo alla quinta posizione il povero Ragnetto, grazie all’evento SPIDER-ISLAND, che ha destato sicuramente la curiosità di molti fan. Bisogna però sottolineare che le recensioni di Batman sono state pubblicate integralmente qui sul blog, mentre per quella di Spidey è presente solo il link, visto che la recensione vera e propria è su MangaForever.

Non c’è dubbio che WordPress, in generale, sia molto più professionale rispetto a Splinder, ma nonostante tutti i suoi difetti Splinder aveva il merito di fungere anche da “community” per i blogger e favorirne l’incontro e l’interazione. Qui su WordPress invece mi pare che ognuno tenda soprattutto a curare il proprio orticello, senza guardarsi troppo intorno o cercare il dialogo con altri blogger… Del resto, è inutile nascondersi dietro a un dito: i veri social network ormai sono altrove ed ecco il motivo per cui tutti i blogger che vogliono stare al passo coi tempi e incrementare le proprie visite devono necessariamente farci i conti ! Io stesso inizialmente guardavo Facebook o Twitter con una punta di snobismo, in quanto ho sempre preferito il blog, ma alla fine mi sono reso conto che le tendenze cambiano e bisogna adeguarsi, magari sfruttando quegli stessi social network per far conoscere il blog a un bacino di utenza infinitamente più vasto, nel quale potrebbero esserci nuovi potenziali lettori. Non a caso Facebook è al primo posto tra i miei “referrers” del 2012….

Direi che per adesso vi ho tediato abbastanza, per cui termino qui questa mia riflessione sui primi 12 mesi passati su WordPress e auguro nuovamente a tutti un felice 2013 ! A presto !!! 🙂

BATMAN: MAD LOVE ( recensione )

Concludiamo le recensioni relative ai fumetti che ho letto durante il periodo natalizio con questa chicca che risale a un po’ di anni fa ( 1997, per l’esattezza ), ma che solo ora ho avuto modo di recuperare, grazie a un colpo di fortuna nella scorsa Lucca Comics !!! Si tratta di BATMAN: MAD LOVE, volume unico edito da Play Press, licenziataria dei diritti Dc ancora prima della Planeta…

 

L’amore folle che dà il titolo a questa gustosissima storia è ovviamente quello tra il Joker e la sua nuova aiutante Harleen Quinzel, in arte Harley Quinn: nome che ricorda il personaggio di Arlecchino ( Harlequin, in inglese ), simbolo di festa e divertimento puro.

La giovane e bella Harleen è una ragazza atletica e ruspante, che non esita ad utilizzare qualsiasi arma pur di raggiungere i suoi scopi. Dopo aver ottenuto una laurea in psicologia decide di presentarsi al manicomio Arkham, visto che nutre un certo interesse per le menti folli e disturbate. E sarà lì, infatti, che scoccherà la scintilla tra lei e il pagliaccio del crimine, ovvero il Joker !

La giovane psicologa inizialmente proverà ad avere un atteggiamento professionale e a limitarsi a studiare la psiche del suo paziente, ma nel giro di pochi giorni arriverà a provare una vera e propria attrazione nei confronti del Joker, abile a giocare con la mente forse più di lei…. Ne nascerà così una sorta di relazione/collaborazione che porterà Harley a fuggire dal manicomio con il suo nuovo “amore” e intraprendere una carriera criminale insieme a lui.

Ciò di cui non si rende conto, però, o meglio di cui NON VUOLE rendersi conto, è che il sentimento che prova nei confronti del Joker non è corrisposto, in quanto il clown del crimine ormai è solo un pazzo schizofrenico che sembra non riuscire più a provare affetto per qualcuno…. La sua unica ossessione è Batman, l’eterno rivale che non riesce mai a sconfiggere, e per questo la povera Harley addossa a lui tutte le colpe, come se fosse la causa del deterioramento della sua relazione col Joker.

Ma mettersi in mezzo nella loro battaglia sarà l’errore peggiore che Harley potesse commettere, in quanto non considera l’orgoglio maschile ferito del suo amato, nonché la sua forte componente narcisistica e autoreferenziale, secondo cui Batman deve essere sconfitto e ucciso unicamente da lui…!

Il personaggio di Harley Quinn nasce nella fortunatissima serie animata degli anni Novanta Batman: The animated series ed ha ottenuto un gradimento tale da essere inserita anche nell’universo a fumetti, che sarebbe poi quello ufficiale. Non a caso Mad Love è realizzata dagli stessi creatori della serie a cartoni, Paul Dini e Bruce Timm, che si occupano rispettivamente di storia e disegni.

Con una sceneggiatura serrata e lineare Dini ci mostra, fin dalle sue origini, questo strampalato e sofferto legame tra uno dei più folli avversari di Batman e una ragazza così fuori di testa da aver trovato qualcosa di attraente in lui ! Un piccolo gioiello da leggere tutto d’un fiato, come se si stesse guardando una puntata del cartoon, impreziosito dallo stesso tratto stilizzato ed efficace di Timm, che ormai ha fatto scuola sia nei fumetti che nel campo dell’animazione.

Mad Love ha vinto anche premi prestigiosi come l’Eisner e l’Harvey Award per la miglior storia singola.