MATRIX ( recensione )

Esistono alcuni film che hanno lasciato un segno indelebile nella storia del cinema e sono riusciti a tracciare nuove strade e nuovi modi di raccontare e rappresentare una storia. Uno di questi è sicuramente Matrix dei fratelli Wachowski, uscito nel 1.999 ed ormai già diventato un vero e proprio “cult”.

L’idea di fondo di Matrix è una tematica classica del mondo della fantascienza e più in particolare di quella cyberpunk: il predominio delle macchine sull’uomo, di cui il Terminator di James Cameron è sicuramente un fulgido esempio a livello cinematografico… I visionari fratelli Wachowski però provano ad osare ancora di più, ipotizzando un futuro apocalittico in cui gli uomini vengono utilizzati unicamente come “batterie” per alimentare le macchine, imprigionati dentro grossi baccelli di liquido amniotico e convinti di vivere una vita che in realtà non esiste. Matrix infatti non è altro che una realtà fittizia e artificiale creata dalle macchine per tenere la nostra mente occupata mentre assorbono la nostra energia; in sostanza, una gigantesca e molto realistica “realtà virtuale” !

Fortunatamente esiste ancora una sacca di resistenza di umani che sono riusciti a liberarsi dalle macchine e aspettano di trovare l”Eletto”, ovvero colui che sarà in grado, secondo le profezie, di modificare a suo piacimento Matrix e liberare gli uomini dalla schiavitù. Secondo l’enigmatico Morpheus, capo della resistenza, quell’uomo potrebbe essere un hacker informatico che si fa chiamare Neo, ancora completamente ignaro dell’esistenza di Matrix. Dopo un inevitabile shock iniziale, Neo deciderà di sposare la causa di Morpheus e i suoi alleati e di allenarsi per essere in grado di affrontare le macchine, anche se nutre forti dubbi sul fatto che possa essere davvero lui l’Eletto….

Raccontato così in due parole forse potrà sembrare solo l’ennesimo polpettone fantascientifico, ma in realtà Matrix è una pellicola che contiene dentro di sé tantissimi elementi, tutti calibrati e miscelati alla perfezione, grazie anche a una sceneggiatura avvincente e serrata che ti tiene incollato dall’inizio alla fine. I Wachowski infatti sono riusciti nell’impresa ( tutt’altro che facile ) di mettere insieme azione, fantascienza, arti marziali, misticismo, per non parlare dell’epica e la spettacolarità tipica dei fumetti di supereroi, da loro molto amati.

Soprattutto per quanto riguarda le sequenze d’azione, non a caso, Matrix ha segnato una vera svolta a cui tutti i film di genere si sono accodati successivamente. Un nuovo modo di rappresentare l’azione più spettacolare che ha lanciato la moda del cosiddetto ralenty o del bullet time, particolari tecniche di ripresa simultanee e posizionate circolarmente intorno ai protagonisti, in modo da “immobilizzarli” a mo’ di fermo immagine nei momenti clou dell’azione e roteare la ripresa così da mostrare la scena da diverse prospettive e punti di vista. Questa tecnica permette di mostrare tutto allo spettatore e di tenerlo ancora di più col fiato sospeso, senza lasciargli sfuggire nessun dettaglio dell’inquadratura ed aumentare la suspense, con sequenze di grande impatto visivo.

Basterebbe anche solo questo elemento per affermare che Matrix ha segnato una piccola rivoluzione nel modo di concepire gli action movie, a cui molti altri registi hanno fatto riferimento in seguito, spesso anche a sproposito… Teniamo conto infatti che nella pellicola dei Wachowski l’azione spettacolare ed esagerata è giustificata dal fatto che Matrix è una realtà virtuale in cui non valgono le regole del mondo reale, mentre in molti film d’azione di oggi capita di vedere le stesse acrobazie in situazioni che dovrebbero essere “reali”….

Nonostante la poca esperienza come filmakers i giovani fratelli statunitensi sono riusciti a confezionare una pellicola eccellente sotto tutti i punti di vista, vincitrice tra l’altro di ben quattro premi Oscar, tra cui Miglior Montaggio e Migliori effetti speciali. Matrix è diventato da subito un film di culto per gli appassionati, che ha lanciato mode ( ovunque si vedevano in giro occhiali scuri e cappottoni di pelle neri come quelli indossati da Keanu Reeves o Carrie-Anne Moss nella pellicola ) e ogni tipo di merchandising, oltre a ben due seguiti cinematografici, purtroppo non all’altezza del capostipite. Sta di fatto che Matrix è da considerare ormai una pietra miliare del cinema fantastico moderno, che ha segnato un punto di svolta, motivo per cui la sua visione diventa quasi imprescindibile per ogni appassionato del genere.

Annunci

14 Risposte

  1. Uno dei miei film preferiti di sempre, un gradino sotto Blade Runner, che è tutto dire.
    E anche gli Animatrix sono dei piccoli capolavori (molto meglio di Reloaded e Revolution).

    • Si, ho visto anche quelli ! 😉
      Penso che Reloaded sia il peggiore in assoluto, mentre Revolutions secondo me non è malaccio, ma cmq peggio del primo, che è un vero capolavoro !!! 🙂

  2. ricordo che all’epoca avevo le palle sfracellatissime, perché sta cosa di gente occhialuta e vestita di cappottoni in pelle che faceva sparatorie al rallenti era OVUNQUE: pubblicità, giornali, telefilm, altri film etc. 😀 inoltre l’idea alla base del film la osannavano tutti come nuovissima quando in realtà c’erano già svariati film che l’avevano proposta, alcuni anche molto bene come il bellissimo Dark city.
    ma in realtà era tutta colpa della fuffa creata intorno al fenomeno cinematografico del momento… il film in sé è molto buono e riconosco il suo indiscutibile valore (specialmente in confronto coi due urrendi sequel)

    • Ma infatti quando le cose vanno di moda poi tanta gente gli va dietro senza nemmeno sapere di cosa si sta parlando…!!! Alla lunga infatti iniziarono a scocciare anche me tutti questi “Neo” che spuntavano da ogni lato della strada !!! ;-p
      Fatto sta che il film in sé è veramente bello e ha dato nuova linfa vitale al cinema di genere… 🙂

  3. Che delusione Reloaded e Revolutions, ancora ho i brividi se penso alla scena in cui per dieci minuti di film si mettono a pogare peggio che in un Rave Party.
    Saluti Spidey. 😉

    • Eh si, Reloaded è stato sicuramente il punto più basso della trilogia ( vogliamo parlare della Bellucci, allora ?!? ;-p ). Il terzo era cmq un po’ meglio, ma non certo ai livelli del primo…
      Salutoni, Pirk !!! 🙂

  4. Concordo con la tua recensione. “Matrix” rappresentò una vera rivoluzione all’epoca. Peccato che i due capitoli successivi non siano stati all’altezza, come giustamente sottolinei anche tu.

    Un saluto!

  5. Il primo Matrix è leggendario! Ogni corto di Animatrix è un piccolo capolavoro a se, alcuni sono adddirittura angoscianti (in senso positivo, ovvio)! Di Matrix: Reloaded salvo giusto la battaglia con i cloni di Smith e di Reloaded giusto lo scontro finale che ha un’aria a dir poco epica! 😀

    • Ti dirò che secondo me in Reloaded non erano un granchè nemmeno gli effetti speciali (spesso e volentieri infatti sembrava di vedere un videogame con dei pupazzi di gomma !!!). Revolutions invece era sicuramente meglio, sotto tutti i punti di vista: un gran polpettone, alla fine però divertente, anche se non ha la freschezza e l’efficacia del primo ! 🙂

      • Il primo era anche una novità! L’idea era accatttivante, angosciante per certi aspetti, tanto da farti chiedere:”E se davvero tutto ciò non fosse reale?” 😀
        (Comunque, stasera alle 21, se ti va, su radiotweetitalia.com conduco un programma sui fumetti…Se ti va di ascoltarlo 😉 )

      • Cavolo ! Mi piacerebbe davvero ascoltarlo, ma purtroppo non sono a casa stasera…. 😦 Ma c’è solo il venerdi sera ? E di cosa parli, esattamente ???

      • Si, lo faccio il venerdì sera su quel sito lì, però si può riascoltare in replica quando si vuole! 😀
        Bah, essendo sotto mia gestione posso parlare un po’ di ciò che voglio, basta che siano fumetti! La prima puntata era un po’ di prova, quindi ho parlato di Thor un po’ così, ma sta settimana mi son preparato meglio e parlerò di Zombies citando 4 opere a tema zombie in ambito fumettistico! Ogni settimana decido 😉

      • Bene. Molto interessante ! Appena ho un minuto me le vado a sentire sul sito, allora ! Bella iniziativa, cmq !!! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: